Home Page
collegio dei geometri di Trapani
Le Sede
La Segreteria
Consiglio Direttivo
Consiglio di Disc. Territoriale
Le Commissioni di Studio
Codice Deontologico
Privacy - Regolamento
Notizie del Collegio
Circolari
Albo Professionale
Modulistica Iscritti
Iscritti all'albo
Iscritti 818
Uso de Timbro
Professionale
Parcelle
Albo Praticanti
Modulistica Praticanti
Esami di Abilitazione
Albo Praticanti
Agenzia del Ter. e Catasto
Consiglio Naz. Geometri
Comuni Provincia
News Regione Sicilia
Corsi e Seminari
Corsi Nazionali
Corsi Svolti
Bandi
Assicurazioni
Convenzioni
 
>> ALBO PRATICANTI >> Modulistica Praticanti
 
  ALBO DEI PRATICANTI 2014  
     
 

Il Praticantato è necessario ai Diplomati Geometri per aver accesso agli esami di stato di abilitazione alla libera professione.
Il Praticantato non è piu' di durata biennale bensì ha una durata di 18 mesi (Legge 24 marzo 2012 art.9 comma 6), e va svolto presso un libero professionista Geometra, Architetto o Ingegnere civile iscritti all'albo da almeno 5 anni.
Contestualmente nello studio non possono esserci più di 3 praticanti.

Il praticante che svolge il periodo di praticantato deve:


- svolgere la pratica in modo effettivo e continuativo;

- conservare il libretto di pratica (fornito dal Collegio) nel quale deve annotare gli atti più rilevanti alla cui predisposizione e redazione abbia partecipato con l'indicazione del loro oggetto;

- presentare alla segreteria del Collegio, al termine del periodo di praticantato, il libretto di tirocinio con l'annotazione del professionista attestante la veridicità delle indicazioni in esso contenute;

- di dare al Presidente del Collegio comunicazione ed idonea giustificazione di ogni interruzione del praticantato, di durata superiore a tre mesi (art 13) nonché l'eventuale sospensione del tirocinio professionale ed infine la cessazione dell'attività stessa anche per trasferimento presso altro studio professionale;

- di comunicare entro tre mesi, per iscritto, l'eventuale cambiamento dello studio professionale (art 13);

Alla fine dei 18 mesi il praticante può accedere agli esami di abilitazione alla libera professione di geometra.

Prima di iniziare il periodo di praticantato è necessario iscriversi al Registro Praticanti del Collegio presentando i seguenti documenti:


Richiesta di iscrizione all'Albo dei Praticanti scaricabile qui >>>
Dichiarazione sostitutiva di certificazione scaricabile qui >>>
Dichiarazione di inizio praticantato (compilata dal professionista) scaricabile qui >>>
NORME ALBO PRATICANTI (NUOVE DIRETTIVE approvate dal CNGeGL il 17/09/2014 scaricabile qui >>>
LEGGE 24 marzo 2012, n. 27 (Durata del tirocinio a 18 mesi) scaricabile qui >>>
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 agosto 2012 , n. 137 (in particolare visualizzare l'art.6) scaricabile qui >>>
Delibera del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati n. 7 del 22 luglio 2014 (Regolamento
sul professionista affidatario
)
scaricabile qui >>>

Il tirocinio per l'accesso alle professioni regolamentate può essere svolto, per un periodo non superiore a 6 mesi, anche presso Enti o professionisti di altri Paesi in possesso di un titolo equipollente ed abilitati all'esercizio della professione.
Inoltre il tirocinio può essere svolto per i primi 6 mesi, in presenza di apposite convenzioni stipulate tra il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati e il Ministero dell'Università, in concomitanza con l'ultimo anno del Corso di studi per il conseguimento della Laurea necessaria.
L'iscrizione al Registro dei praticanti, tenuto presso il Consiglio del Collegio territoriale, è condizione per lo svolgimento del tirocinio professionale.
Il professionista (un geometra o un architetto o un ingegnere civile), presso il cui studio si svolgerà il praticantato, deve essere iscritto all'Albo da almeno 5 anni, deve assicurare che il tirocinio si svolga in modo funzionale alla sua finalità e non può avere contemporaneamente più di 3 praticanti.
Il tirocinio professionale non determina l'instaurazione di rapporto di lavoro subordinato anche occasionale con il professionista.
Il tirocinio può essere svolto in concomitanza di un rapporto di pubblico impegno o di lavoro subordinato privato, purché le relative discipline prevedano modalità e orari di lavoro idonei a consentirne l'effettivo svolgimento.

L'interruzione del tirocinio per oltre 3 mesi, senza giustificato motivo, comporta l'inefficacia di quello previamente svolto.

Quando ricorre un giustificato motivo, l'interruzione del praticantato può avere una durata massima di 9 mesi.

Infine ai sensi dell'art. 6, comma 12 del Decreto del Presidente della Repubblica 7 agosto 2012, n. 137 (Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148 GU n. 189 del 14-8-2012) la pratica di tirocinio perde di validità decorsi 5 anni senza che ne segua il superamento dell'Esame di Stato.

La domanda e la relativa documentazione (compilate in ogni loro parte con ad es. timbri, firme ecc.) può essere presentata alla Segreteria del Collegio dall'interessato o da persona delegata.

La data di inzio praticantato decorre dalla data di assunzione al protocollo del Collegio dell'istanza di iscrizione al Registro dei Praticanti.

La quota di iscrizione al Registro Praticanti è di € 300.00 per la pratica di tirocinio svolta presso un professionista.

Al fine di poter accedere in tempo utile agli esami di abilitazione si consiglia a coloro che volessero iscriversi all'Albo dei Praticanti di presentare l'istanza completa entro e non oltre il 30 aprile di ogni anno; poichè uno dei requisiti essenziali è terminare i 18 mesi di tirocinio il giorno antecedente alla prima prova e dato che gli esami si svolgono nel mese di ottobre, pressapoco tra il giorno 20 e 30 ottobre (bisogna però attendere sempre l'uscita del bando nel mese di marzo), consigliamo di iscriversi in tale periodo in maniera tale che il praticante possa terminare il periodo di tirocinio in tempo utile e sostenere gli esami di abilitazione.
Comunque non ci sono scadenze per la presentazione di eventuali iscrizioni all'Albo dei Praticanti


NOTE ESPLICATIVE RIGUARDANTI LA DOMANDA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI PRATICANTI

1. La domanda di iscrizione al Registro dei Praticanti è rivolta al Presidente del Collegio dei Geometri nella cui circoscrizione il richiedente svolge il praticantato e può essere compilata direttamente sull'apposito stampato predisposto dal Collegio.
2. Il Consiglio del Collegio, verificato il possesso dei requisiti omissis…delibera, entro 2 mesi, l'iscrizione del richiedente nel Registro dei Praticanti con la data di decorrenza corrispondente a quella della domanda assunta al protocollo. Verrà spedito a seguito della delibera di Consiglio il libretto di tirocinio e la lettera con il n. di attribuzione al registro praticanti
3. La domanda va preceduta da una attenta lettura delle allegate norme sulle modalità di iscrizione e svolgimento del praticantato, dovendo dichiarare di esserne a precisa conoscenza.
4. Alla domanda deve essere allegata copia ricevuta versamento di €. 300.00 sul c/c Postale n. 14266936 intestato al Collegio dei Geometri della provincia di Trapani, P.zza Scarlatti;

IMPORTANTE
Non c'è l'obbligo da parte del praticante di presentare semestralmente una relazione sull'andamento del tirocinio richiedendo unicamente una dichiarazione finale di compiuta pratica.
L'art. 11 prevede che il Presidente del Collegio o suo delegato vigili sul regolare svolgimento della pratica professionale al fine di verificare che la stessa venga svolta in maniera effettiva e continuativa.
Il praticante che non termina i 18 mesi in tempo utile al fine di sostenere gli esami può in alternativa produrre certificazioni di avvenuti corsi attinenti la professione (Es. AutoCad, 494/96, etc...) di almeno 120 ore da presentare presso la Segreteria del Collegio.
Il Consiglio Direttivo fissa i criteri con cui riconoscere eventuali periodi formativi ai sensi della L.75/85 per il completamento del periodo di pratica biennale attraverso la partecipazione a specifici corsi attinenti la professione di geometra della durata compresa tra le 600 ore e le 1200 ore, ciò necessario per essere ammessi agli esami di abilitazione per tutti coloro i quali non risultano in possesso di uno dei requisiti di ammissione prescritti all'art.2 dell'Ordinanza Ministeriale, ovvero di non aver completato il periodo di pratica biennale alla data del giorno precedente a quello di inizio delle prove d'esame, al fine del raggiungimento del periodo di pratica professionale, necessario per poter partecipare all'esame di abilitazione della professione di Geometra.
In alternativa al periodo di pratica, possono accedere agli esami di abilitazione, i diplomati geometri che hanno svolto attività tecnica subordinata per almeno 5 anni con mansioni di geometra presso aziende o enti.
Tale periodo di dipendenza deve risultare dal libretto di lavoro e da attestazione del datore di lavoro il quale dichiara le effettive mansioni svolte.
In questo caso non serve l'iscrizione al Registro Praticanti ma l'interessato deve comunque presentare al Collegio apposita istanza nel quale chiede il riconoscimento da parte del Consiglio del Collegio dell'attività svolta o che sta svolgendo.

Inoltre l'accesso all'esame di stato, previa iscrizione al Registro Praticanti, è riconosciuto nei seguenti casi:
Conseguimento di laurea triennale di 1° livello nelle classi 4, 7 e 8 (art.6 e 55 DPR 328/2001);
Previo possesso del diploma di geometra, frequenza con esito positivo di corsi di istruzione e formazione tecnica superiore della durata di 4 semestri comprensivi di tirocinio non inferiore a 6 mesi coerenti con le attività professionali del geometra (DPR 328/2001);
Conseguimento del diploma universitario triennale in edilizia, ingegneria delle infrastrutture, sistemi informativi territoriali (DPR 328/2001).


 

 

     
 

TIROCINIO RETRIBUITO

NEW TIROCINO RETRIBUITO
Al tirocinate è conosciuto un rimborso spese forfettariamente concordato dopo i primi sei mesi di tirocinio
(comma 4 dell'art.9 24.03.2012 n. 27)

- Tirocinio Retribuito c) la disciplina delle professioni deve conformarsi aicriteri che garantiscono l'effettivo svolgimento dell'attività formativa e il suo adeguamento costante all'esigenza di assicurare il migliore esercizio della professione.
Al tirocinante dovra essere corrisposto un equo compenso di natura indennitaria, commisurato al suo relativo apporto.
Al fine di favorire l'accesso al mondo del lavoro, la durata del tirocinio non potrà essere superiore a tre anni e potrà essere svolto, in presenza di una apposita convenzione quadro stipulata tra i Consiglio Nazionali e il MInistero dell'Istruzione Universitàe Ricerca. in concomitanza al corso di studio per il conseguimento della laurea di primo livello o laurea magistrale o specialistica.
Le disposizioni della presente lettere non si applicano alle professioni sanitarie per le quali rsta confermato la normativa vigente.

Clicca qui per scaricare la Riforma delle professioni: testo del DPR n. 137/2012 Art. 6. (tirocinio per l'accesso)

Clicca qui per scaricare comma 4 dell'art.9 24.03.2012 n. 27

 

 
     
     
     
     
     
     
Collegio Geometri d'Italia
Fisco - Istituzionali
Professione Geometra
Istituzionali Sicilia
Motori e Portali
Quotidiani - Settimanali
Software Utile
 
 
Area Riservata
 

 

 

 

 

 
POSTA COLLEGIO GEOMETRI TRAPANI POSTA CERTIFICATA COLLEGIO GEOMETRI PRIVACY